Essiccazione, stoccaggio e refrigerazione

Essiccazione

I prodotti appena raccolti contiengono una determinata quantità di acqua. Il contenuto di umidità del prodotto raccolto, spesso supera il limite massimo consentito non soltanto per la buona conservazione, ma anche per la confacente lavorazione del prodotto destinato all'alimentazione.

Ecco allora che i cereali devono essere essiccati prima di procedere ad ulteriori fasi di lavorazione. La fase di essiccazione e stoccaggio dei cereali completa la mietitrebbiatura. I cereali non vengono più immagazzinati nelle aziende, ma concentrati nei centri di stoccaggio per essere custoditi in modo idoneo ed a norma di legge.

essicazione del mais - foto 1 essicazione del mais - foto 2
essicazione del riso - foto 1 essicazione del riso - foto 2

Stoccaggio e refrigerazione

La refrigerazione è una moderna tecnologia che permette di conservare i cereali con l'aiuto del freddo nei silos o nei capannoni per lungo tempo (oltre 1 anno) senza utilizzo di conservanti o additivi chimici.

Se immaginassimo di entrare all'interno di un silo pieno di grano noteremmo, una volta depositato il prodotto, un celere, quanto inevitabile, aumento di temperatura dovuto al calore generato dalla respirazione del chicco, a cui si aggiunge quello prodotto dalla respirazione supplementare dei microrganismi dai quali esso è attaccato: il primo fatto produce come conseguenza una diminuzione della sostanza secca, il secondo invece consente, date le condizioni termiche, una rapida riproduzione dei parassiti, che consumeranno il cereale creando i presupposti per una microflora nociva.

Con il corretto uso delle macchine refrigeratrici di cui dispongo, questi effetti vengono inevitabilmente arrestati, se in corso, evitati nel caso contrario; il tutto tramite i silos e i capannoni dedicati allo stoccaggio e alla refrigerazione. Tramite il raffreddamento della massa delle granaglie si permette l'arresto del metabolismo di insetti, batteri e muffe con il conseguente blocco del loro sviluppo e della loro proliferazione.

Ciò consente una conservazione per lunghi periodi al riparo da infestazioni e ad un livello qualitativo inalterato. Il mantenimento della temperatura all'interno del silo o capannone inibisce inoltre i processi respiratori del cereale, con il risultato di evitare l'assorbimento di ossigeno, anidride carbonica, la perdita di acqua e lo sviluppo del calore, eliminando, o perlomeno limitando, la relativa perdita di peso e l'autoriscaldamento dello stesso.

stoccaggio stoccaggio e refrigerazione